Depressione estiva
Cos’è e come combatterla

Biocenter Srl

L’estate è, di solito, il periodo dell’anno che viene associato a felicità e spensieratezza, alle belle giornate di sole e alle vacanze.
Non per tutti è così, non sempre.
Hai mai sentito parlare di depressione estiva? Di summertime sadness?
Scopriamo insieme che cos’è e come si può combattere.

Che cos’è la depressione estiva


Si tratta di un “disturbo affettivo stagionale” – SAD: Seasonal affective disorder.
Altra definizione tecnica è “disturbo depressivo maggiore ricorrente con andamento stagionale”.
In genere questo tipo di depressione viene associato all’inverno, quando le giornate sono corte, fredde e buie. Invece, viene purtroppo sottovaluta l’evenienza in cui questa si manifesta durante l’estate, che riguarda il 10% dei casi.
Come si manifesta? La depressione estiva si presenta con una serie di manifestazioni, come peggioramento dell’umore, scarsa attività e voglia di fare, stanchezza, irrequietezza e, talvolta, anche con disturbi del sonno.

Le possibili cause


Secondo alcuni studi, il clima estivo, caratterizzato da alte temperature spesso accompagnate da un elevato tasso di umidità e la lunghezza delle giornate che comporta una prolungata esposizione alla luce solare, possono andare a influire negativamente su alcuni meccanismi cerebrali, disturbando il ritmo sonno/veglia e alterando alcuni stati emotivi che possono generare ansia e aggressività.
Inoltre, in estate vengono a verificarsi anche dei cambiamenti che in un certo qual modo spezzano la sicurezza della routine, come le partenze di amici e familiari per le vacanze, la chiusura di alcune attività, lo svuotamento delle città, generando ulteriori ansie e malesseri a livello emotivo.
Per non parlare del fatto che l’estate è uno di quei momenti in cui sembra ci si debba divertire per forza, in cui pare si debba obbligatoriamente fare qualcosa di straordinario per godersela. Da qui, nuovamente, possibili ansie e preoccupazioni.
Attenzione, però, a confondere dei normalissimi malumori, pur sempre legati a quanto detto finora, con quello che è un vero e proprio stato depressivo.

Come individuare i sintomi


Come per tutti gli stati depressivi, la familiarità gioca un ruolo importante ed è uno dei campanelli d’allarme da tenere in considerazione.
Si sa, inoltre, che la depressione estiva riguarda prevalentemente il sesso femminile.
Ci sono poi alcuni sintomi che possono portare a una vera e propria diagnosi, nel caso siano presenti per un periodo di almeno due settimane e nel caso in cui arrivino ad inficiare la qualità della vita e del lavoro/studio, che sono: cattivo umore e tristezza per la maggior parte del giorno; mancanza di interesse verso ogni possibile attività quotidiana e mancanza di piacere nel loro svolgimento; aumenti o perdite di appetito repentine con conseguenti aumenti o cali di peso; insonnia o ipersonnia; agitazione o rallentamento psicomotorio; mancanza di energie e stanchezza continua; bassa autostima e sensi di colpa ingiustificati; difficoltà a pensare, a concentrarsi e a prendere decisioni; pensieri negativi – fino ai pensieri di morte con relative “fantasie” riguardanti il suicidio e anche tentativi.

Come combatterla


Il passo più difficile è individuare i sintomi. Per questo serve l’aiuto di uno specialista. Una volta diagnosticata, la depressione estiva può essere curata con un percorso terapeutico e/o farmacologico, sotto supervisione dello specialista.






Vedi il nostro catalogo online
Scegli la categoria di prodotto che ti interessa e acquista a prezzo scontato.