Lo Stress Passa per l'Intestino
Ecco come prevenirlo

Biocenter Srl

Da tempo, ormai, abbiamo capito quanto la nostra psiche e il nostro intestino siano collegati fra loro: non più entità separate, ognuna a sé stante, ma in simbiosi, strettamente legate.
Questo ci porta a dire che lo stress passa anche per l’intestino e lo sa bene chi soffre di intestino irritabile.

L’intestino irritabile è una condizione patologica puramente fisica, che può essere originata da tutta una serie di fattori, quali diete non corrette, cambiamenti ormonali, infezioni, l’eccesso di attività fisica e le conseguenze di un intervento chirurgico. Ma non solo: è ampiamente dimostrato che situazioni di stress possono generare o favorire questa patologia, rendendola la manifestazione fisica di un malessere della mente.

Le origini dello stress, a sua volta, possono essere davvero tante e diverse per ognuno di noi – le più comuni sono le preoccupazioni in ambito lavorativo, le pressioni emotive, i timori per i cambiamenti, il dover affrontare situazioni familiari difficili come separazioni o lutti, ecc.

Il legame fra la mente e l’intestino arriva persino ad innescare una sorta di circolo vizioso. Immaginiamo una situazione in cui fattori stressanti possono aver originato la sintomatologia tipica dell’intestino irritabile; la persona che ne soffre potrebbe trovarsi a dover vivere con i fastidi fisici portati da questa patologia, in più, potrebbe provare anche nuove preoccupazioni, tipo quella di organizzare una giornata fuori casa in maniera tale da avere sempre, in ogni momento, la possibilità di andare in bagno, di non doversi trovare in situazioni di disagio estremo a causa dello stimolo a defecare, oppure avere il timore di subire una improvvisa crisi dolorosa durante un impegno importante. Questo genere di preoccupazioni procura nuovo stress, che non fa altro che sommarsi a quello originario, che aggrava la sindrome dell’intestino irritabile, in un circolo vizioso da cui è difficile uscire e a causa del quale anche la qualità della vita viene purtroppo compromessa.

Pertanto possiamo dire che lo stress può generare la malattia; la paura nell’affrontare la quotidianità in relazione alla patologia genera altro stress, che va ad aggravarla. Questa interazione cervello/intestino non fa altro che alimentare la sindrome dell’intestino irritabile.

La soluzione al problema è una: eliminare i fattori di stress che provocano la malattia, fisici o psicologici che siano, per poter interrompere questa catena di disagio fisico e mentale che inficia la qualità della vita e vizia lo svolgimento delle normali attività quotidiane.



Vedi il nostro catalogo online
Scegli la categoria di prodotto che ti interessa e acquista a prezzo scontato.