Mirtillo
Tutte le proprietà

Biocenter Srl

Il mirtillo è una pianta dalle innumerevoli proprietà benefiche, per cui è ampiamente utilizzata persino a scopo terapeutico. La sua ricchezza è tanta e tale che ne vengono sfruttate più parti: i frutti, le foglie e le gemme.

Le bacche di mirtillo


Le bacche di mirtillo contengono molti acidi organici, come, ad esempio, l’acido malico e l’acido citrico, contengono zuccheri, tannini, pectina, sali minerali, buone quantità di vitamina A e di vitamina C e, in quantità minore, troviamo anche le vitamine B1, B2 e PP; contengono i glucosidi antocianici – mirtillina – responsabili del tipico colore dei mirtilli e dalla preziosa funzione rinforzante e protettiva del tessuto connettivo e dei vasi sanguigni.

È per questo che il mirtillo è particolarmente indicato per il trattamento dei disturbi circolatori, soprattutto quelli a carico dei capillari: le antocianine sono capaci di inibire l'attività degli enzimi che distruggono il collagene e i tessuti elastici dei capillari, provocandone la fragilità.
È ottimo anche per alcune problematiche a carico della retina: sempre le antocianine favoriscono e aumentano la velocità di rigenerazione della porpora retinica, ovvero del pigmento della retina, essenziale per la visione in condizioni di scarsa luminosità, acuendo persino la vista.

L’alto contenuto di vitamine e di minerali, fra cui, in particolare, il calcio, il fosforo, il ferro, il sodio e il potassio, rende i mirtilli dei potenti antiossidanti, in grado di inibire la formazione dei radicali liberi e l'ossidazione del colesterolo LDL, che è la causa principale della formazione delle placche aterosclerotiche nelle pareti dei vasi sanguigni.
Le antocianine del mirtillo hanno anche un effetto antisettico utile nel trattamento della diarrea, delle coliche dolorose addominali e delle cistiti.

Le foglie del mirtillo


Le foglie del mirtillo contengono tannino, glucosidi flavonoidi e glucochina, una sostanza che abbassa il contenuto di glucosio nel sangue; sono, dunque, ipoglicemizzanti.

Per il resto possiamo dire che possiedono gli stessi effetti astringenti e antidiarroici dei frutti.
Ma è dai giovani getti del mirtillo rosso che si ricava un gemmoderivato molto potente. Si tratta di un macerato glicerico che è il più potente antinfiammatorio per l’intestino: ha un’azione regolatrice, in grado di correggere gli squilibri della mobilità intestinale ed è, quindi, utile sia in caso di stitichezza che di diarrea, e, in più, ripristina l’attività enzimatica intestinale.

È per questo che viene utilizzato con successo nel trattamento della sindrome dell’intestino irritabile, poiché è in grado di eliminare la flatulenza, di sfiammare le pareti intestinali e di normalizzare il funzionamento di tutto l’apparato, soprattutto del colon.

Vedi il nostro catalogo online
Scegli la categoria di prodotto che ti interessa e acquista a prezzo scontato.